Home
Home
 credits - novità - contatti     
   home > il teatro di animazione > Le maschere dell'ottocento> Le nuove maschere

Sandrone nasce alla fine del Settecento nella baracca di Luigi Campogalliani ed ha un lungo nome: Sandrón Paviròn dal bosch ed satta da Modna.
Sandrone è il contadino ignorante ma pieno di buon senso; si muove bene nell'ambiente contadino, ma fuori di esso compie errori e strafalcioni che suscitano la risata e fanno di lui un personaggio comico. Sandrone recita nelle baracche dei burattini, da cui è uscito soltanto due volte: con la famiglia Maletti e con la famiglia Rame quando si reca in Emilia.
Sandrone ha la voce grossa, e solo due denti davanti, ha un faccione bitorzoluto e il naso rosso.


Gioppino


Se uno sforzo patetico vuole la maschera di Sandrone simbolo urbano e borghese di Modena - quando la maschera, invece, è e rimane burattino semplice per le sue caratteristiche e per il pubblico al quale parla - la maschera di Gioppino è simbolo urbano e borghese di Bergamo.
Anche lui, proprio come Sandrone, però, rimane "paesano".
Compare tra la fine del Settecento e i primissimi anni dell'Ottocento nelle province di Bergamo e Brescia. I burattinai bergamaschi creano i loro personaggi con le teste molto grosse e molto pesanti,, arrivando a pesare anche più di tre chili e Gioppino non fa eccezione. E' caratterizzato da tre enormi gozzi chiamati da lui "coralli" o "granate".


Fagiolino

E' l'unica maschera che proviene dal sottoproletariato e dalla periferia urbana, che si muove soltanto nel casotto dei burattini e non conosce vita sul palcoscenico delle marionette. Ha un nome e un "cognome", Fagiolino Fanfani, maschera già attiva a Bologna ad opera del burattinaio Cavazza e che raggiungerà una popolarità maggiore con Filippo Cuccoli e col figlio Angelo. Nel 1.877 Fagiolino incontra Sganapino, creato da Augusto Galli, e avrà da allora la sua spalla. Fagiolino è un povero, ma ricco di appetito, generoso coi deboli e severo con i cattivi. Si fa giustizia da solo usando il suo inseparabile bastone. Tipica è anche la cuffia bianca in testa, da "monello" bolognese, la sua città. E l'Emilia Romagna è la sua regione.

Indietro


Scuole Civiche di Milano
Fondazione di Partecipazione
teatro di animazione collezione laboratorio contattaci
 
Copyright: Scuole Civiche di Milano - Fondazione di Partecipazione
Made by Pin@pple